Il WEB 2.0 e i BLOG

26 03 2007

Il successore di Internet : il WEB 2.0

http://it.wikipedia.org/wiki/Web_2.0

I BLOG:

In questa guida verrà illustrato come costruire un proprio Blog,
come funziona e come si gestisce. Un blog è una pubblicazione periodica
in ordine cronologico invertito. I più recenti strumenti di gestione
del blog permettono a sempre più gente di pubblicare e mantenere con
facilità i propri contenuti. Per creare un blog ci si può affidare a
compagnie specializzate (Bloggers, Splinder, iobloggo) oppure tramite
l’utilizzo diretto del software del blog (come WordPress ad esempio)
affidandosi alle “classiche” società di Hosting.

Come altri
media, il blog spesso si focalizza su aspetti particolari, come ad
esempio la cucina regionale, la politica o le varie notizie da una
piccola località. In un tipico blog è possibile trovare contenuti in
forma testuale, immagini e link ad altri blog e ad altri siti.

Per spiegare queste cose farò riferimento a WordPress, un tipo di blog molto in voga.

Che cos’è un Blog

E’ un sito internet. Nel gergo della rete Blog rappresenta un diario in Internet. La parola “blog” deriva da WebLog (web: Rete log:
registro). Il fenomeno dei blog è nato nel ’97/’98 negli Stati Uniti e
subito ha subito preso piede in tutto il mondo grazie a molti servizi
gratuiti che ne facilitano notevolmente la realizzazione.

Il
fenomeno dei blog ha recentemente conquistato spazi all’interno di
media solitamente non troppo “amici” di internet come la televisione,
la stampa e la radio, proprio per questo grande successo che hanno
riscontrato.

Grazie alla sua struttura e flessibilità di gestione
il blog favorisce notevolmente l’insorgere di community e gruppi
d’utenti che regolarmente vengono a visitare il sito.

La blogosfera

In una guida ben fatta non è possibile separare la vita di un blog dal contesto in cui vive: la blogosfera (blogsphere).
Proprio per la natura varia e strettamente legata all’autore del blog,
si è ottenuto un’incredibile fenomeno di frammentazione
dell’informazione. Mi spiego meglio: un tempo quando l’informazione era
centralizzata unicamente all’interno di pochi siti web era più facile
per il navigatore trovare quello che cercava. Un tempo c’erano meno
siti web per il semplice motivo: fare un sito web costa, e costava
molto.

La frammentazione a cui si è assistiti ha però recentemente trovato una soluzione: siti aggregatori di blog
che, grazie a tecnologie come l’RSS, hanno permesso di catalogare
quest’enorme insieme di blog. I più noti (ed internazionali) sono
sicuramente Technorati, Digg.com, Del.ici.us, Reddit, ma.gnolia.com che permettono di cercare all’interno della blogosfera in maniera semplice e mirata.

Struttura di un blog

Tipicamente un blog si presenta così:

il blog

Blog Drupal con tema Kubrick

In un blog è sempre presente un titolo, una colonna laterale di navigazione, e la pagina principale in cui trovano posto i messaggi. Gli strumenti comunemente presenti sono:

  • L’archivio con cui è possibile navigare fra post e contenuti di vecchia data.
  • Il motore di ricerca interno: per cercare all’interno del blog stesso.

Cosa sono i post

I post sono i messaggi che il proprietario del blog lascia nel suo sito. Tipicamente sono accomunati da:

  • Un’ indicazione della data e dell’ora della pubblicazione ed eventualmente dell’aggiornamento.
  • Una categoria d’appartenenza (o tag).
  • Il frequentatore del sito può esprimere la propria opinione con un commento che, a seconda del blog, richiede l’iscrizione o meno.
  • Il
    contenuto dell’articolo varia molto a seconda della tipologia del blog
    e da chi lo realizza, anche se, indicativamente un post non supera mai
    le 3000 battute in media.
  • Una fonte RSS associata al post che viene automaticamente generata dal blog installato.

Tipologie di blog

La
maggior parte dei blogger utilizza il proprio blog a mo’ di diario
personale in cui scrivono pensieri, desideri e curiosità che vengono di
volta in volta letti e commentati dai visitatori che magari hanno a
loro volta un blog. Così è fatta la blogosfera, ovvero un nucleo di blogger nella vastità della rete.

Sono
molto diffusi blog a scopi giornalistici e artistici in cui viene
esposto al pubblico tutto il proprio lavoro. Blog di scrittori, blog di
comici e di intellettuali o anche blog di fenomeni da baraccone in
cerca di notorietà si possono facilmente trovare in giro per la rete.

Data
la vastità di contenuti (molto spesso anche multimediali) è difficile
catalogare con precisione, ma si possono comunque elencare queste
tipologie:

  • il classico blog/diario personale: adulti e ragazzini lo utilizzo per raccontare di sé ad amici e a colleghi.
  • il blog d’attualità:
    si discute di tutte le ultime novità a seconda dell’interesse del
    blogger: tecnologia, politica, cronaca e quant’altro stuzzichi la
    fantasia.
  • il blog a tema: E’ un pò il punto
    d’incontro di tutti quelli che condividono una certa passione. Non è
    però infrequente trovare casi di battaglie personali…
  • il blog directory: è
    una sorta di aggregatore di blog in cui vengono catalogati in base a
    certi criteri. Sono caratterizzati da un’enorme mole di link ad altri
    blog. I blogger più smaliziati li utilizzano per aumentare le proprie
    visite.
  • fotoblog: blog essenzialmente costituito da foto e gallerie fotografiche.
  • blog vetrina: utilizzato da artigiani, artisti per mostrare al mondo ciò di cui si è capaci.
  • blog politico:un
    blog apertamente schierato in una ben definita posizione politica, o a
    volte, semplicemente per discutere di politica interna e internazionale.
  • vblog o video blog: analogo al fotoblog, ma in questo caso, invece delle foto, ci sono i video.
  • audio blog: tipicamente utilizzato per fare podcasting, è un tipo di blog molto simile al vblog e fotoblog.
  • il clog: il community blog, ovvero una tipo di blog improntato alla creazione di una community.

Chi lo usa

Il
blog non è più utilizzato unicamente dai teenager, ma è diventato un
mezzo di comunicazione che investe molte classi sociali: da esperti nel
settore dell’IT, imprenditori, insegnanti, aziende, giornalisti,
fenomenti da baraccone. Insomma non esiste più l’utente classico del
blog, ecco perchè, prima di lanciarsi a scrivere post su post, occorre
riflettere un attimo su quale tipo di blog utilizzare.

Powered by ScribeFire.

Annunci

Azioni

Information

One response

23 03 2008
Stuxg

omg.. good work, man

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: